L’età ideale di inizio del trattamento dipende strettamente dalla diagnosi e può pertanto variare molto da caso a caso.

0 – 6 ANNI: Ortodonzia preventiva

Nei primi anni di vita crescono così velocemente da essere come una Ferrari in corsa: bastano piccoli stimoli a deviare lo sviluppo dalla norma…ma, per fortuna, bastano stimoli altrettanto piccoli per rimetterlo nella giusta carreggiata!

Con la correzione delle abitudini viziate e l’ausilio della logopedia, di “ciucci” speciali e mantenitori di spazio, sfruttiamo questo picco di crescita per arrestare le malocclusioni sul nascere, invece di guardarle peggiorare finché non siano abbastanza grandi da mettere l’apparecchio.

6 – 12 ANNI: Ortodonzia INTERCETTIVA

In questa fase, se necessario, si “preparano” le basi ossee ad accogliere i denti definitivi.

Sono terapie brevi, mirate a correggere solo quei problemi che, se non trattati, interferiscono con la normale crescita scheletrica o peggiorano fino a renderne complessa se non impossibile la correzione.

Alcune terapie non possono essere rimandate perché necessitano della “malleabilità” ossea caratteristica di questa età (6-9 anni), altre perché sfruttano la permuta dentale (10-12 anni) per recuperare spazio.

12+ : Ortodonzia fissa

Ora che le ossa sono cresciute armoniosamente e abbiamo tutti i denti definitivi, possiamo finalmente allinearli in modo che il rapporto fra le arcate superiore ed inferiore sia funzionale ed il sorriso estetico ed in armonia con il volto.

Lo facciamo con le “stelline” e la terapia dura dai 18 ai 30 mesi.

Adulti

Non ci sono limiti di età per il trattamento ortodontico: oltre al miglioramento dell’estetica, per gli adulti può essere indicato in previsione di una riabilitazione protesica o per facilitare il mantenimento dell’igiene orale.

Ortodonzia invisibile

Possiamo farlo senza essere visti, con Invisalign! Una tecnica che allinea i denti avvalendosi di una serie di mascherine trasparenti, create su misura per ogni paziente. Sostituendo le mascherine all’incirca ogni due settimane, i denti si spostano gradualmente, fino a raggiungere la posizione finale prevista dall’ortodontista in fase di progettazione.